Buona la prima!

Ciao a tutti!

Oggi abbiamo girato alla velocità della luce: molte scene erano ottime già alla prima ripresa e così siamo riusciti concludere il nostro eco-film. Manca solo il montaggio vero e proprio… Quindi tenetevi forte! Ovviamente non possiamo dirvi nulla della trama, dovrete accontentarvi di qualche scatto rubato e di una GIF. Oltre a questo possiamo, anzi dobbiamo, dirvi che i nostri piccoli attori sono stati fantastici e che non ci stupiremmo se un giorno qualcuno di loro dovesse davvero diventare un attore o un makeup artist specializzato in face-painting!

WhatsApp Image 2017-06-18 at 11.07.07WhatsApp Image 2017-06-18 at 11.07.56WhatsApp Image 2017-06-18 at 11.08.18

I nostri appuntamenti del sabato mattina si sarebbero ufficialmente conclusi con l’incontro di oggi, ma abbiamo in serbo per voi un fantastico eco-laboratorio! In occasione del CONCIORTO – A Veggie Concert di sabato sera prossimo, abbiamo deciso di darvi l’opportunità di suonare insieme a Bagini e Carlone i loro strumen… ehm, i loro ortaggi! Eh, sì. Loro non suonano degli strumenti qualsiasi, loro fanno cantare le patate, le melanzane, i cavoli, le zucchine e tanto altro!

Vi ricordiamo che per chi prenota il biglietto dello spettacolo serale, la partecipazione al laboratorio è gratuita, altrimenti vi sarà richiesto un biglietto di entrata di 6 sterline.

Vi aspettiamo quindi sabato 24 Giugno alle 15:00 al teatro Chapter per il laboratorio e la sera stessa, sempre al teatro Chapter, alle ore 20:00. Qui giù il link per prenotare i biglietti:

Il Conciorto – A veggie concert ( @ Chapter Theatre 24/06)

Alla prossima!

CIAAAAAAAAK… Si gira!

ciak si gira

Abbiamo ripreso con il nostro appuntamento del sabato mattina e abbiamo ricominciato alla grande: oggi abbiamo iniziato a girare il film (qui in alto una foto dalla nostra aula/set) e a costruire altri oggetti di scena con delle bellissime calze colorate che… No, basta con gli spoiler. Vedrete appena sarà tutto pronto. Possiamo solo dirvi che il nostro film eco-sostenibile renderà Mia e Pepe proprio fieri di noi!

Vi ricordiamo che quello di sabato prossimo è l’ultimo appuntamento ‘ufficiale’ con il mantenimento linguistico, ma, aprite occhi e orecchie, abbiamo in serbo per voi ragazzi un divertentissimo laboratorio vegetale! Ebbene sì. In occasione del CONCIORTO – A VEGGIE CONCERT, che si terrà al teatro del Chapter il 24 Giugno (ore 20:00), abbiamo deciso di farvi provare l’esperienza di suonare insieme agli artisti Bagini e Carlone una varietà di vegetali: carote, melanzane, finocchi, patate e tanto altro. Per chi prenota il biglietto dello spettacolo serale, la partecipazione al laboratorio è gratuita, altrimenti vi sarà richiesto un biglietto di entrata di 6£. Per cui segnatevi questa data importante sul calendario e fate in modo di venire numerosi!Conciorto Press Release(1)

Al prossimo (pen-)ultimo incontro!

Ps: ecco un breve filmato in cui Bagini e Carlone suonano (con) i vegetali:

Il Conciorto – Latina 2016

Dalla plastica nascono i “props”!

WhatsApp Image 2017-05-20 at 15.46.39 Oggi abbiamo iniziato a mettere le mani in pasta! Anzi, in plastica: ci siamo dedicati alla realizzazione dei nostri props, gli oggetti di scena per il nostro eco-film. Abbiamo preso delle bottiglie di plastica e ne abbiamo fatto dei vasi, delle medusine e dei mostriciattoli occhiuti che, ne siamo certi, faranno un figurone nella nostra storia. Ma non possiamo dirvi di più, perché… Perché se no dov’è il bello di girare il film per un pubblico che già sa di cosa parleremo?

Però possiamo mostrarvi cosa abbiamo fatto:

WhatsApp Image 2017-05-20 at 15.47.41WhatsApp Image 2017-05-20 at 15.47.16WhatsApp Image 2017-05-20 at 15.51.11

… Adesso siamo finalmente pronti per girare le prime scene!

Vi ricordiamo che il prossimo incontro con il mantenimento linguistico sarà sabato 10/06, perchè settimana prossima c’è l’half term e quella successiva la partita di Champions League.

Ci vediamo quindi tra 3 settimane, ciaooo!

 

 

Un progetto che prende forma.

Continua il nostro viaggio con Mia e Pepe. Oggi abbiamo scoperto non solo tante parole nuove, ma soprattutto tanti gesti attenti per preservare il nostro pianeta e tante notizie interessanti sull’impatto che certi materiali hanno sull’ambiente (ad esempio, lo sapevate che con 800 lattine si potrebbe costruire una bicicletta?).WhatsApp Image 2017-05-18 at 02.09.20(1)

Mentre li seguivamo nelle loro avventure, i nostri protagonisti sardi ci hanno dato un’idea fantastica. No, non il film. Quello lo sappiamo già e l’abbiamo già detto nel post precedente. Come? Non lo sapete? Non l’avete letto settimana scorsa? Ebbene, anche noi vogliamo essere un po’ eco-registi come Mia e Pepe, vogliamo girare un film nel modo più eco-friendly possibile! E a proposito di eco-friendly, questa è la fantastica idea che i nostri amici ci hanno dato: riutilizzare le bottiglie di plastica per creare i nostri props, gli oggetti di scena!  E poi abbiamo parlato di tutto ciò che ci serve per realizzare il nostro progetto: oltre agli oggetti di scena, ci serve tanto, tanto altro, come un regista, dei personaggi, gli attori che li interpretino, il tecnico del suono, i trucatori, i costumisti, le comparse…

WhatsApp Image 2017-05-18 at 02.09.20

E così abbiamo cominciato ad assegnare le parti. L’emozione è tanta e l’entusiasmo ancora maggiore. Siamo pronti a rimboccarci le maniche e iniziare davvero questo progetto in occasione del nostro prossimo incontro, a partire dagli oggetti di scena con bottiglie riciclate. Allora, se volete sapere come prosegue il nostro lavoro, restate sintonizzati, continuate a leggerci e venite a trovarci. A Sabato prossimo!

WhatsApp Image 2017-05-18 at 02.09.20(2)

 

 

Anche noi un po’ registi, come Mia e Pepe.

Dopo una lunga pausa pasquale, siamo tornati più carichi che mai!

Oggi, al mantenimento linguistico, abbiamo giocato a squadre all’IMPICCATO per ripassare un po’ le parole che abbiamo imparato durante l’anno e per vedere quali termini nuovi ci ricordavamo di Mia e Pepe, i nostri ecoregisti.

WhatsApp Image 2017-05-11 at 11.41.46Ma a proposito di ecoregisti… E se facessimo anche noi un bel film? Allora, forza! Dateci carta, penna, colori e pastelli! Non possiamo perdere tempo! Abbiamo messo giù tante bellissime idee, ora ne dobbiamo parlare, provare a metterle insieme. Come far stare nello stessa storia Hulkicorn (l’unicorno muscoloso) e Arlecchino? Si vedrà. Ce la faremo, perché siamo una grande squadra!WhatsApp Image 2017-05-11 at 11.41.46(1)

CREDEVO/ I BELIEVED – S. Agnello Hornby e F. Campus

WhatsApp Image 2017-03-25 at 00.34.06Credevamo che la violenza sulle donne fosse qualcosa che non ci appartiene, che fosse qualcosa di distante da noi;

Credevamo che la violenza sulle donne fosse radicata nei ceti più umili;

Credevamo che la violenza sulle donne fosse legata alla gelosia e al desiderio sessuale;

Credevamo, un po’ tutti dentro di noi, che la violenza sulle donne quelle donne fossero un po’ andate a cercarsela: imprudenti, drogate, ignoranti, deboli, disagiate, ingenue, incapaci di valutare che dietro la figura apparentemente dolce del proprio compagno si nascondesse un carnefice;

Credevamo che la violenza sulle donne non avesse un impatto minore sui figli e che questi, chiusi nelle loro stanze o fuori a giocare in giardino o a casa della nonna, fossero praticamente ignari del dolore atroce che si consumava tra le urla nella camera da letto dei genitori;

Credevamo che questa violenza fosse soprattutto una violenza di genere. Ed avevamo torto, perché in realtà la violenza tra le mura di casa non miete vittime solo tra le donne.

Si chiama violenza domestica e coinvolge tutti, a tutte le età, a tutti i livelli sociali, quale che sia l’etnia, il credo religioso, l’orientamento sessuale. E questa violenza lascia dei segni visibili tanto sulla pelle quanto sulla psiche delle vittime. Ce ne ha parlato Simonetta Agnello Hornby, scrittrice italiana (naturalizzata britannica) e avvocato minorile  ad aver per prima fondato in Inghilterra uno studio legale che si occupa di violenza domestica.

Accompagnata dalla musicista Filomena Campus, Simonetta ha dato voce ai propri clienti che sono stati vittime di violenza domestica, raccontandoci senza edulcorazioni alcune le loro storie, i loro traumi e le loro paure.

Nell’accogliente e profumato pub-café Sunflower&I, noi privilegiati spettatori non abbiamo semplicemente assistito a un meraviglioso e profondo monologo musicale, ma abbiamo anche imparato che quello che credeva Simonetta, e che anche noi credevamo, è parziale e frutto di stereotipi condivisi.

Abbiamo imparato che la violenza domestica ci può ledere in modo più o meno diretto in qualsiasi momento;

Abbiamo imparato che dietro la persona violenta c’è spesso un’infanzia infelice, fatta delle stessa violenza di cui il violento oggi è colpevole;

Abbiamo imparato che dietro l’omertà non c’è la cecità di una vittima troppo innamorata, c’è invece lo smarrimento di chi non riconosce più nel/-la proprio/-a partner la persona di cui ci si era innamorati, la paura di disintegrare una famiglia, la convinzione di poter proteggere i figli e che ciò che si sta vivendo sia un momento di passaggio;

Abbiamo imparato che noi in prima persona possiamo fare tanto per le vittime e per i loro figli;

Abbiamo imparato che, per quanto sia un argomento triste e doloroso, di violenza si deve parlare per sensibilizzare gli altri e per ricordarci che nessun essere umano ha il diritto di esercitare un potere fisico e/o psicologico su nessuno né tantomeno sulle persone amate, che sono il tesoro più grande che abbiamo.

 

Per fare tutto ci vuole un fiore!

.. Continua il viaggio con Mia e Pepe!

Oggi siamo partiti da Sassari, dopo essere stati a Nuoro e aver assaggiato il miele locale e visitato l’orto profumato della cuginetta “un po’ matta” dei protagonisti.

In attesa della stagione primaverile, abbiamo anche imparato tante parole nuove legate al mondo della natura e della primavera attraverso un appassionante e acceso quiz a squadre:

-<<Cosa è l’equinozio, ragazzi?>>

-<<Un seme!>>, <<No! Deve essere qualcosa che ha a che fare con la notte.>>, <<Una torta!>>.

E poi tante belle attività di scrittura: il cruciverba, trovare le parole giuste in mezzo a un sacco di lettere sparse, portare l’apina al fiore attraverso il labirinto!

Per chiudere, una delle canzoni per bambini più dolci di sempre: Ci vuole un fiore. Disponibile qui il link per riascoltarla e cantarla tutti insieme anche a casa!

https://www.youtube.com/watch?v=sddptx6n9L8

Alla prossima!  PS:  Il libro Mia e Pepe ci è stato generosamente offerto dalla Sardegna Film Commission.

WhatsApp Image 2017-03-18 at 21.28.18